Trattamento della frattura compressione della colonna vertebrale toracica 1 grado

Scoliosi: Scopri il Segreto sui Sintomi e Cosa Fare

Il codice ginocchio legamento CIM 10

Il trauma spinale costituisce una delle più importanti cause di disabilità nel nostro paese anche in trattamento della frattura compressione della colonna vertebrale toracica 1 grado di un vero e proprio trattamento della frattura compressione della colonna vertebrale toracica 1 grado neurologico. Le cause più frequenti di trauma spinale sono le cadute accidentali e gli incidenti stradali. La gestione del paziente vittima di trauma spinale richiede un approccio multidisciplinare e spesso rientra nel quadro più complesso della gestione del paziente politraumatizzato.

La colonna vertebrale è suddivisa nei tratti cervicale, dorsale, lombare e sacrale. Ciascuno è caratterizzato da una mobilità influenzata dalle caratteristiche anatomiche delle articolazioni che connettono le vertebre, le unità anatomiche costituenti la colonna. Il midollo spinale e le sue radici veicolano informazioni che dal cervello raggiungono tutti i distretti corporei, ad esempio gli stimoli motori, e viceversa, ad esempio gli stimoli sensitivi.

Il quadro clinico varia a seconda delle caratteristiche del trauma e dal grado di coinvolgimento del midollo e dei nervi spinali. Un paziente che non presenta disturbi neurologici a seguito di un trauma spinale si definisce amielicomentre per paziente mielico ci si riferisce alla presenza di disturbi neurologici più o meno importanti. I caratteri di una sindrome clinica insieme di segni e sintomi da lesione midollare dipendono dal livello della lesione.

In altre parole una sindrome midollare del tratto cervicale alto configura un quadro coinvolgente tutti e quattro gli arti, in questo caso si parla di tetraparesi disturbo di forza incompleto dei quattro arti o tetraplegia disturbo di forza completo dei quattro arti. Al contrario un trauma spinale toracico con compressione midollare configura quadro di paraparesi o paraplegia disturbo di forza incompleto o completo rispettivamente degli arti inferiori. In entrambi i casi coesistono disturbi del tono sfinterico e delle funzioni sessuali.

Quando invece il trauma provoca una compressione della parte anteriore del midollo sindrome delle corde anteriori i segni legati ai disturbi di forza saranno prevalenti al contrario una lesione midollare posteriore sindrome delle corde posteriori configurerà un quadro di prevalente disturbo sensitivo. Giunto presso il Pronto Soccorso il paziente viene sottoposto ad esami diagnostici differenti in base alla gravità del trauma.

Al contrario i pazienti vittime di politraumi ad esempio incidenti stradali, cadute da altezze maggiorigiunti al Pronto Soccorso sono immediatamente sottoposti ad esame di Tomografia Computerizzata Total Body TC Total Body con mezzo di contrasto in regime di urgenza. In questi casi la valutazione clinica, condotta da mani esperte, consente in pochi secondi di inquadrare eventuali disturbi neurologici e correlarli alle immagini radiologiche.

Inoltre le immagini TC possono essere elaborate producendo ricostruzioni tridimensionali dello scheletro fornendo ulteriori indizi circa la morfologia delle lesioni trattamento della frattura compressione della colonna vertebrale toracica 1 grado e trattamento della frattura compressione della colonna vertebrale toracica 1 grado la più probabile dinamica del trauma.

Gli approfondimenti di completamento comprendono la Risonanza Magnetica RM della colonna senza mezzo di contrasto e gli studi elettroneurofisiologici.

La RM della colonna fornisce informazioni di due ordini. In primo luogo consente lo studio dei tessuti molli della colonna vertebrale che includono sia elementi cartilagineo-legamentosi ad esempio i dischi intervertebrali, i legamenti longitudinali della colonna, le faccette articolari che nervosi midollo trattamento della frattura compressione della colonna vertebrale toracica 1 grado radici spinali Figura 1.

Gli studi elettroneurofisiologici non hanno rilevanza durante la gestione immediata del trauma spinale, ma possono essere utili come strumento di monitoraggio intraoperatorio delle funzioni del midollo e delle radici in casi selezionati e soprattutto nel follow-up di questi pazienti.

Inizia sul luogo del trauma nel caso dei pazienti vittima di politrauma. È imperativa la valutazione dei parametri vitali, quindi la pervietà delle vie aeree, la presenza del respiro e di polsi accessibili. In questi ultimi casi, purtroppo, la prognosi dei disturbi neurologici è infausta poiché un intervento di decompressione su strutture nervose che hanno subito una compressione durata troppo a lungo non consente una ripresa clinica.

I pazienti che presentano fratture stabili della colonna, una volta posizionato adeguato presidio ortesico, possono mobilizzarsi in ortostatismo e si sottopongono a controlli radiografici a distanza per verificare il corretto consolidarsi della frattura.

La durata del percorso riabilitativo e il miglioramento dei disturbi neurologici sono estremamente variabili di paziente in paziente.

REA RM Sito web realizzato da Web Agency Roma rekuest. Toggle navigation. Trauma spinale Introduzione Il trauma spinale costituisce una delle più importanti cause di disabilità nel nostro paese anche in assenza di un vero e proprio disturbo neurologico. Segni e sintomi Il quadro clinico varia a seconda delle caratteristiche del trauma e dal grado di coinvolgimento del midollo e dei nervi spinali.

Diagnosi Giunto presso il Pronto Soccorso il paziente viene sottoposto ad esami diagnostici differenti in base alla gravità del trauma. Trattamento Inizia sul luogo del trauma nel caso dei pazienti vittima di politrauma. Previous Next.